Screen video Piero batterista copertina

L’idea nasce dalla collaborazione tra Bacàn ed Enrico Ladisa , direttore artistico del cinema Odeon con l’obiettivo di valorizzare un piccolo ma significativo archivio di bobine in 35 mm presenti nella cabina di proiezione del Cinema. Trattasi di brevi filmati o spezzoni di film che dagli anni ‘30 sono stati “dimenticati” in un armadietto e che oggi ritrovano un utilizzo creativo. 

Nel progetto, il riuso di tali filmati avviene tramite la commistione con la musica improvvisata e la videoarte. Alcuni musicisti aderenti al Sounds Network Program di Bacàn avranno la possibilità di musicare in modo estemporaneo le immagini proiettate. Da questa esperienza verrà realizzato un vero e proprio cortometraggio d’artista che vedrà interporsi immagini dei musicisti, estratti dei video d’epoca e elementi nati dalla fusione dei due livelli d'immagine. L’esperienza sonora avrà un importante ruolo descrittivo e sarà elemento di congiunzione tra queste forme d’arte. 

 

In un momento difficile per i settori cinematografico e musicale, il progetto ha lo scopo di dare una possibilità a dei giovani musicisti di sperimentare concretamente la propria ricerca nell’ambito della musica improvvisata. Il valore dell’opportunità è dato dalla realizzazione dell'iniziativa all’interno della cornice del Cinema Odeon e dal riuso creativo del suo materiale d’archivio.

Il progetto multidisciplinare permette di approcciare pubblici diversi. Il cinema diventa un vero e proprio palcoscenico nel quale le arti si fondono e si sostengono al fine di dare vita ad un contenuto innovativo e di spessore culturale.

In collaboration with

Cinema-Odeon-Logo-con-Pay-Off-300x300.pn

With Patrocinio of Comune di Vicenza

224729-logostemmaComune.tif

Main sponsor

Logo_FM-removebg-preview.png

Media partners

Tech partner

logo limun 2021-01.png
WTFF_logo2_bn-2x.png
Logo_Lies-removebg-preview.png